T. +39 0836801986info@tenutacentoporte.it

Tour in vespa da Otranto a Castro

Tenuta Centoporte

Otranto, uno dei borghi più belli d'Italia, ma la costa adriatica che porta fino a Castro è una delle strade più emozionanti per un tour in vespa, lasciatevi guidare dal nostro tour leader, per scoprire dei panorami che solo il Salento possiede.
Durante il vostro soggiorno a Otranto, città tutelata dall'UNESCO e cinta dalle sue imponenti mura medievali, è d'obbiligo un tour in scooter che vi faccia scoprire uno dei più suggestivi territori del Salento. La Chiesa dei Martiri è un edificio tra i più significativi della zona, perché teatro del martirio degli 800 idruntini, compiuto dai pirati turchi nel 1480. L'edificio sorge sul colle della Minerva e conserva una tela del XVI secolo realizzata da Lavinio Zoppo e raffigurante la Strage di Otranto. Una piccola cappella, che conserva la pietra sulla quale vennero decapitati i martiri.
Appena lasciata la chiesa e le sue tristi suggestioni, è possibile abbandonarsi ai colori e ai profumi della campagna salentina, la cui bellezza culmina nel meraviglioso laghetto rosso, formatosi in un'antica cava di bauxite. Dopo l'abbandono del giacimento, la natura si è lentamente rimpossessata dell'area generandovi un incredibile spettacolo di colori: il verde acceso delle acque cozza con il rosso intenso della bauxite che, a sua volta, origina un netto contrasto con l'azzurro del mare e del cielo. Dopo una sosta di relax è d'obbligo raggiungere un'altra area naturale di enorme impatto: la Baia delle Orte, una località caratterizzata da una costa frastagliata e da una bassa scogliera che introduce ad un mare tra i più trasparenti del Salento. Dalla più selvaggia delle spiagge otrantine, custodita nella baia, si intravede il Faro di Punta Palascìa, il luogo più orientale d'Italia. Il posto è spettacolare, con il faro che domina dall'alto del promontorio tutta la linea di costa.
Proseguendo sulla strada che conduce fino a Santa Maria di Leuca, troviamo un'altra delle località più gettonate del territorio, Porto Badisco. Secondo la tradizione, il primo approdo di Enea in Italia fu proprio Porto Badisco, puntualmente descritta da Virgilio. La località è soprattutto per la tradizione culinaria legata ai ricci di mare. E come resistere a tale leccornia?
Dopo la meritata sosta gastronomica, proseguendo verso sud si incontrano Santa Cesarea Terme e Porto Miggiano, la prima ricca di architetture di grande pregio artistico, quali Villa Sticchi e la Chiesa del Sacro Cuore, e la seconda nota per la torre omonima e per l'orografia, ricca di falesie ed alte scogliere che le donano un aspetto selvaggio. L'ultima tappa del tour prima del rientro non può essere che Grotta Zinzulusa, il cui nome deriva dai "zinzuli", ovvero le formazioni calcaree che la riempiono. Le tre cavità sono invase da acque trasparenti e fredde e presentano interessantissimi graffiti preistorici.

Il servizio include:
Noleggio Scooter, Tour leader, Mappe del salento e di Otranto.

TAPPE: FARO DELLA PALASCIA - PORTO BADISCO - SANTA CESAREA TERME - CASTRO    

DURATA 4/6 ORE  PARTENZA DA Tenuta 100 Porte    

Minimo 2 partecipanti con 1 scooter € 180,00
2 partecipanti con 2 scooter € 240,00
4 partecipanti con 2 scooter € 300,00

Lingue parlate: italiano, inglese
Con guida turistica italiano/spagnolo (anziché tour leader) + € 80,00